• Psico-training:
    ESERCIZI PRATICI DI GRUPPO NEGLI STUDI DI CHIAVARI E RAPALLO E SUGGERIMENTI PER CASA

  • LA PSICOLOGIA FRA LE MURA DI CASA


    Che cosa significa  Psico-training? Si tratta di alcuni semplici, ma potenti esercizi che ti possono aiutare ad approfondire le tue percezioni interiori e la tua consapevolezza e a raggiungere un buon livello di rilassamento. Queste attività aiutano a prendere maggiore contatto con l'emotività e a manifestarla in maniera più libera e autentica. Non ti spaventare nel caso di reazioni emotive inaspettate, ma prova invece lasciarle fluire e dar loro spazio, senza trattenerle.

    Gli esercizi di  Psico-training possono essere svolti nella privacy di casa o in condivisione, nell'ambito degli eventi collettivi organizzati negli studi di Chiavari e Rapallo.


    ESERCIZI PRATICI

    LA LETTERA DELLA RABBIA: quando ti senti saturo, sovraccarico, non rispettato o non considerato; quando svuoteresti il frigo per riempire il vuoto che senti dentro o quando urleresti in faccia ai tuoi familiari; fermati un attimo e scrivi. Prendi un foglio bianco, ritagliati un momento solo per te e "vomita" tutta la rabbia che provi in una lettera da indirizzare a quella precisa persona capace di suscitare in te tutto questo malessere. Butta fuori tutto, insulti e parolacce compresi. Poi, quando senti di esserti alleggerito, fai a pezzi il foglio, brucialo e ritorna a sorridere.

    L'ARCHIVIO DELLA GRATITUDINE: almeno una volta a settimana, meglio ancora una volta al giorno, scrivi una lettera in cui esprimi la tua gratitudine per ciò che hai, lasciando da parte il pensiero di quello che per ora ti manca. Puoi indirizzarla a un genitore, a te stesso, ad una persona significativa, a Dio o all'universo intero. Concediti di pensare alle tue ricchezze, materiali e non, e goditi la consapevolezza di averle! Conservate ogni lettera e, quando ti sembrerà di non avere ragioni per cui essere grato, riprendine in mano una a caso e rileggila: ricordare la propria gratitudine è meglio di qualsiasi medicina. N.B.: anche un semplice bigliettino colorato da scrivere a fine giornata e conservare in un barattolo di vetro è un ottimo equivalente!

    LA MAGIA DEL PER-DONO: il rancore non fa male al destinatario, ma solo a chi lo prova. Dopo una lettera della rabbia in cui ti ripulisci simbolicamente da tutto il fango che ti sei sentito gettare addosso, concediti di alleggerti dalla zavorra del rancore per proseguire il tuo cammino con più leggerezza. Fai un bel respiro e comincia: "Caro/a... Ciò che ho vissuto con te mi ha insegnato che... perciò ti ringrazio per la lezione che mi hai dato e ti perdono per le modalità che hai utilizzato". È più facile passare tutta la vita arrabbiati e tristi, che lasciare andare la presa, ma quale prezzo paghiamo?!

    IL BACK-UP DEI PENSIERI SU... POST-IT: ti capitano mai quei periodi in cui hai il pensiero fisso di deludere, ferire, irritare qualcuno, qualsiasi cosa tu faccia? O magari hai un compito importante da svolgere e hai così paura di fallire, che sei quasi ossessionato da tutte le cose che potrebbero andare male! Ti concentri tanto su quelle che potrebbero essere le conseguenze delle tue azioni che finisci per paralizzarti e non fare quasi più niente. Impossibile scacciare questi pensieri: i pensieri hanno bisogno di considerazione, come le persone. Armati di post-it colorati e riporta ogni pensiero su un foglietto, poi appendili in punti visibili durante il giorno. Avendoli a portata di sguardo, non avrai più bisogno di mantenerli presenti nei tuoi pensieri 24 ore su 24 e potrai tornare a sfruttare appieno il tuo potenziale mentale. Quando il post-it cadrà, sarà giunto il momento di bruciarlo e lasciare andare quella preoccupazione.

    PSICO-TRAINING DI GRUPPO presso il CENTRO ÀNEMOS di CHIAVARI:
    - Introduzione pratica alle Costellazioni Familiari
    - Il Cerchio di Risonanza

    ...e altre novità in arrivo da settembre 2018!

  • <h1 style="display:none;">Chi Siamo</h1>
  • <h1 style="display:none;">Chi Siamo</h1>
  • <h1 style="display:none;">Chi Siamo</h1>